Il baccalà fritto è un piatto che sicuramente non manca sulle nostre tavole durante le festività natalizie. In Sicilia è tradizione preparare questa ricetta in occasione della vigilia della Festa dell’Immacolata. La sera del 7 dicembre, ci si riunisce e si consuma una ricchissima cena a base di sfincione, muffulette, baccalà fritto e molte altre prelibatezze.

Per cucinare il baccalà fritto in modo perfetto, bisogna seguire attentamente una serie di passaggi. Si comincia lasciando in ammollo il pesce per 2 o 3 giorni. Vediamo insieme il procedimento, passo dopo passo.

Ricetta baccalà fritto

Ingredienti

  • 500 g di baccalà
  • 20 g di farina tipo 00
  • olio di semi d’arachidi
  • sale

Procedimento

  1. Mettete il pesce in ammollo per 2 o 3 giorni, cambiando l’acqua ogni 8 ore.
  2. Sciacquate sotto l’acqua corrente i pezzi di baccalà e metteteli a scolare in una ciotola in frigo o in un luogo fresco.
  3. Tagliate il baccalà a tocchetti, asciugatelo e passatelo nella farina.
  4. Mettete abbondante olio in una padella antiaderente o in una friggitrice, e fatelo scaldare.
  5. Quando raggiunge la giusta temperatura, friggete il baccalà.
  6. Fate scolare il pesce su carta assorbente e condite con sale prima di servire. Fate attenzione alla quantità di sale che utilizzate.

Buon appetito!

Foto di Alfio Aurora