• Benedetta Rossi cucina a Fatto in Casa per Voi le celebri Minni di Vergine.
  • Preparando il dolce siciliano, però, la simpaticissima cuoca della tv fa un brutto “scivolone”.
  • Avete sentito anche voi? Ecco cosa è andato in onda su Food Network.

Con la sua simpatia e il suo sorriso, Benedetta Rossi è diventata un punto di riferimento del pubblico, che ama guardarla cucinare durante il suo Fatto in Casa per Voi. La sua trasmissione è un interessante viaggio alla scoperta di ricette tipiche e chicche che arrivano da lontano. Durante la puntata andata in onda in prima tv sabato 13 novembre, ha fatto tappa in Sicilia, preparando un dolce tipico e molto noto.

Non è certo la prima occasione in cui Benedetta omaggia la cucina siciliana. Già in passato, ad esempio, ha preparato le famosissime paste di mandorle, proponendole in più di una versione. Stavolta si è fermata in uno dei borghi più belli della nostra Isola. Così bello, da essere stato eletto Borgo dei Borghi. Avete capito di quale località si tratta?

Benedetta Rossi prepara le Minni di Vergine

Per la puntata di Fatto in Casa per Voi intitolata “In cucina con ironia”, la Rossi ha scelto le Minni di Vergine di Sambuca di Sicilia. Si tratta di un dolce da forno, all’esterno c’è una pasta frolla, che racchiude un cuore di crema di latte, zuccata, scaglie di cioccolato e cannella. Il nome è molto particolare, così come l’origine. Nacque nel 1725, da un’idea di Suor Virginia Casale di Rocca Menna, in occasione del matrimonio del marchese don Pietro Beccadelli con donna Marianna Gravina.

Proprio l’ideatrice descrive così le Minne di Vergine: “Guardavo questa mattina dalla finestra della mia stanzetta le colline che si susseguono dalla Valle dell’Anguillara sino alla collina del Castellaccio e alla costa della Minnulazza. La forma delle colline mi ha suggerito che noi dovremmo presentare ai marchesi un dolce che abbia la forma e, in quanto al contenuto porti la dolcezza di questa terra”. Quella innocente ispirazione assunse poi un senso sicuramente più “libertino”. Il popolo ricollegò il dolce alle forme delle giovani fanciulle.

A Fatto in Casa per Voi le Tette di Vergine

Benedetta Rossi, dunque, ha scelto il dolce proprio sulla base del nome, ma è lì che ha fatto un tremendo scivolone. Sapete, infatti, come le ha chiamate per tutta la puntata? “Tette di Vergine”. Una scelta discutibile, considerato che andrebbe rispettata la tradizione siciliana, inclusa la denominazione (il Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali ha inserito le Minni di Vergine tra i Prodotti Agroalimentari Tradizionali).

Per le altre ricette della puntata e per gli altri prodotti tipici delle regioni d’Italia, ha mantenuto lo stesso nome, facendo un’eccezione solo per la Sicilia. Insomma, perché non rispettare anche la sicilianità delle “Minne” di Vergine? Perdoniamo la cuoca, perché è sempre tanto simpatica, però ci sentiamo un po’ risentiti! Detto questo, scopriamo insieme la ricetta delle Tette di Vergine di Benedetta Rossi.

Ricetta Tette di Vergine Benedetta Rossi

Ingredienti

Per la Pasta Frolla

  • 400 g di farina;
  • 150 g di strutto;
  • 150  di zucchero;
  • 1 uovo;
  • 40 ml di latte;
  • 1 bustina di vanillina;
  • Arancia candita;
  • Cannella in polvere;
  • 80 g di cioccolato fondente.

Per la crema al latte

  • 800 ml di latte;
  • 160 g di zucchero;
  • 130 g di amido;
  • 1 uovo;
  • Confettini di zucchero per decorare.

Procedimento

  1. Rompiamo un uovo in una ciotola e mescoliamo con il latte, lo zucchero, la vanillina e lo strutto.
  2. Aggiungiamo la farina poco alla volta e, quando l’impasto diventa consistente, lavoriamolo sul piano coprendo la frolla ottenuta con una pellicola.
  3. Facciamo riposare per 30 minuti in frigorifero.
  4. Nel frattempo prepariamo la crema.
  5. Facciamo sciogliere, in una ciotola, l’amido con un po’ di latte.
  6. In un pentolino scaldiamo il latte rimasto con lo zucchero e la cannella in polvere.
  7. Quando il latte diventa caldo, versiamoci dentro l’amido sciolto e mescoliamo facendo addensare la crema.
  8. Una volta che la crema si sarà addensata, togliamola dal fuoco versandola in una ciotola.
  9. Mettiamo la pellicola a contatto e facciamo raffreddare in frigorifero.
  10. Riprendiamo la frolla, stendiamola con un matterello e, con due coppapasta di diametro diverso, ricaviamo sei dischi di diametro piccolo e sei dischi di diametro più grande.
  11. Farciamo i dischi più piccoli con l’arancia candita e con un cucchiaio di crema che abbiamo arricchito con del cioccolato tritato.
  12. Chiudiamo ogni dolcetto con un disco di frolla più grande sigillando per bene i bordi.
  13. Con la frolla avanzata creiamo delle palline da mettere sopra ciascuna tetta di frolla.
  14. Spennelliamo con il tuorlo d’uovo sbattuto e decoriamo con gli zuccherini colorati.
  15. Facciamo cuocere in forno a 190° per 20 minuti.
logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati