È morto Biagio Conte: il missionario laico di Palermo aveva 59 anni ed era da tempo gravemente malato. Lo ricordiamo con alcune delle sue frasi più belle, messaggi di pace e speranza che ha sempre donato a tutti nel corso degli anni.

Biagio Conte citazioni: frasi più belle

Nel corso della sua vita, Biagio Conte è stato protagonista di tante battaglie in difesa dei più deboli, dei poveri e degli indigenti. Per loro aveva fondato nel 1993 la Missione di Speranza e Carità. Intorno a lui si sono stretti fino all’ultimo i volontari e gli ospiti della comunità.

Attraverso le sue sue parole, ha diffuso messaggi di fratellanza e pace, dando forza e sostegno a chi ne ha avuto bisogno. Fino all’ultimo, ha donato parole cariche di speranza e amore a tutti coloro che l’hanno accompagnato anche nelle ore più difficili. Vogliamo ricordarlo con le sue frasi più belle.

  • “Rivolgo un grido disperato ma di speranza all’intera società, non possiamo rimanere inermi spettatori davanti alle tante difficoltà, sofferenze ed emarginazione”;
  • “Questa è la giusta risposta: aiutiamo il nostro simile, i più poveri; il povero ha bisogno del ricco ma anche il ricco ha bisogno dell’aiuto e della manodopera del povero”.
  • Basta Italia non costruire mai più armi, ma strumenti di lavoro: fratelli e sorelle politici e autorità, vi invito a cambiare il modo di vivere e di governare: mettendo in pratica così il dono di essere dei veri costruttori di Pace”;
  • “Dice il buon Dio ”aiutiamo, correggiamo e rimproveriamo chi è nell’errore e così sarà possibile la loro conversione per mezzo vostro, ma se non direte al peccatore – dice il buon Dio – che sta peccando ti caricherai il peccato degli altri”. Come si dice nella terra di Sicilia non facciamo gli omertosi cioè vediamo e non parliamo e non interveniamo”;
  • Amati e preziosi giovani del Friday For Future siete il futuro e la speranza, chi dovrà migliorare questo mondo siete voi. Ma è doveroso che noi adulti vi diamo una mano, un aiuto, anche se siamo responsabili di avervi consegnato un mondo corrotto, pieno di materialismo e di consumismo e di tecnologia usata male che purtroppo non rispetta il buon Dio e tutto l’ambiente che ci sta attorno”;
  • Autorità, il vostro incarico non è solo una professione, ma soprattutto una missione. Avete un compito e un dovere, di aiutare e di ridare fiducia a tutti i cittadini della nazione Italia”;
  • “Faccio un appello affinché i carcerati e gli ex detenuti non vengano giudicati come la causa di tutti i mali”;
  • Carissima e amata umanità: coraggio, non perdiamo la preziosa speranza di un mondo migliore e più giusto. Sento nel cuore, grazie al buon Dio, di incoraggiare questa sofferente società e ogni essere vivente, ogni uomo ed ogni donna di questa terra, aiutiamoci gli uni con gli altri per ricostruire insieme la pace e la vera speranza”;
  • “Buon lavoro! Prego e speriamo: affinché ogni Professione possa contribuire per il Bene Comune e così maturare una vera e giusta ”conversione al Buon Dio cioè al Bene” per contrastare così il male con il bene”;
  • “Carissimi insegnanti, responsabili e i vari addetti al servizio della scuola: coraggio e non perdete la speranza, siate prudenti anche voi nel vestire sobri; occorre valutare anche per gli insegnati un unico grembiule e colore. Siate anche voi di buon esempio per il bene degli studenti, per il bene della vostra vita, della vostra famiglia e per il bene di tutta l’umanità”.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati