La nuova nave Trinacria di Bluferries sarà operativa da dicembre 2018 per il servizio di traghettamento dello Stretto. Lunga 104 metri e larga 18 metri, può trasportare fino a 400 persone, 23 Tir, 150 autoveicoli e offrirà il trasporto di passeggeri tra Messina e Villa San Giovanni.

“Non abbiamo mai smesso di porre la massima attenzione al collegamento tra la Sicilia e la Calabria con la società Bluferries – ha sottolineato Maurizio Gentile ad e direttore generale di Rfi – che da qualche anno garantisce dei servizi anche diversi dal semplice traghettamento del treno. Con l’acquisto di questa nave oggi confermiamo la volontà di continuare anche in questo settore.

Abbiamo ordinato una nave gemella della Messina per confermare che il servizio di traghettamento dei treni, passeggeri e merci continuerà nel solco della tradizione dello Stretto. Per noi è importante la continuità territoriale che è anche un obbligo. Per questo abbiamo creato una nuova società che si chiama Blujet e dal 1 gennaio comincerà ad operare nel collegamento dei mezzi veloci tra Villa San Giovanni e Messina. Le corse aumenteranno di numero e collegheranno treni che arrivano in Sicilia con quelli che partono in Calabria e viceversa”.

Trinacria, la novità Blueferries

“Vorrei sottolineare – ha aggiunto Claudia Cattani, presidente di Rfi – anche il basso impatto ambientale di questa nave, realizzata con criteri progettuali moderni che consentiranno di ottenere un risparmio sia in termini di consumo di carburante che in termini di emissioni di CO2 inferiori del 50%”.

“Trinacria – ha spiegato Giuseppe Sciumè, ad di Bluferries – ha una capacità di carico del 50 percento maggiore della nave che sostituirà in esercizio. L’offerta commerciale giornaliera di Bluferries aumenterà del 20%”.