Soldi cash per i più meritevoli. Il ministero dell'Istruzione ha deciso per un bonus di 340 euro a favore dei diplomati nell'anno scolastico 2016-2017 con 100 e lode, il massimo. La misura vale sia per le scuole pubbliche che per le private. La somma destinata agli allievi più bravi per acquistare libri, sussidi didattici, testi universitari e abbonamenti a riviste di studio, sottolineano i giornali, non è stata mai così bassa.

Nel decreto si precisa come la misura è stata pensata come "una tantum". In sostanza, non è detto che possa essere prevista anche per i primi della classe della prossima tornata di diplomi del 2018. Secondo i dati del ministero dell'Istruzione i beneficiari del premio sarebbero 5494, provenienti per la maggior parte al Meridione: Puglia (944), Campania (802) e Sicilia (516). L'ammontare complessivo della somma stanziata dal ministero è di quasi 2,3 milioni di euro.

Rispetto al 2007, anno di nascita del bonus, l'importo è stato tagliato di oltre la metà: 1.000 euro contro gli attuali 340. Nel 2016, invece, gli euro per i più secchioni erano 370. Un taglio frutto, tra le altre cose, delle troppe "lodi" che fluivano nelle commissioni, forse con mano eccessivamente leggera. Già l'anno scorso il numero degli studenti diplomati con il massimo dei voti era segnalato in aumento: si è passati da 3.986 ai 5.133 studenti.