Il Castello Svevo di Augusta, edificio simbolo della città , è un imponente fortezza che si erge con tutta la sua mole sull'estremità nord dell'isola di Augusta.

La fortificazione medioevale probabilmente risale al 1232. La costruzione del Castello fu voluta dall'imperatore Federico II di Svevia e a questa testimonianza vi è una epigrafe nel Castello che recita:

AUGUSTAM DIVUS AUGUSTUS
CONDIDIT URBEM ET TUILT UT
TITULO SIT VENERANDA SUO

La costruzione del castello si inquadrava in un progetto che mirava a rendere il territorio controllato militarmente. Il Castello Svevo di Augusta unendosi alle fortezze di Catania e Siracusa estendevano il dominio e un controllo capillare su un più vasto territorio.
Il complesso militare, a pianta quadrata di 62 metri per lato e otto torri con uno spessore murario di m. 2,60 e con fodero di conci in pietra arenaria giuggiulena, pare fosse stato costruito su un preesistente rudere di torre di avvistamento di età normanna. Le quattro torri squadrate a centro di ogni lato erano a Est e Ovest di pianta rettangolare e a Nord e Sud di pianta poligonale.