I militari della Guardia Costiera hanno rinvenuto un notevole quantitativo di cozze abbandonato ai bordi della strada a Catania, nascosto nella fitta vegetazione, nei pressi della zona industriale. Il ritrovamento è avvenuto in seguito ad alcuni controlli finalizzati alla tutela del territorio e dell’ambiente marino. I frutti di mare potrebbero essere stati abbandonati da qualcuno che temeva di non essere in regola con le norme sul trasporto.

Non si escludono, comunque, altre ipotesi. Le cozze erano imbustate in sacchi di rete. I mitili potrebbero provenire anche da un deposito di stabulazione clandestino non autorizzato e pertanto sarebbero stati difficili da immettere nel mercato. La vendita era presumibilmente destinata a essere realizzata direttamente su strada, su banchetti improvvisati.

«Domande e ipotesi di lavoro su cui il reparto operativo della Guardia Costiera continuerà a lavorare nei prossimi giorni con lo scopo primario – sottolinea il comandante Marco Iacono – di garantire la massima salubrità dei prodotti ittici che giungono sulle nostre tavole e scongiurare il pericolo di possibili intossicazioni alimentari, come purtroppo facilmente accade quando si consuma un prodotto ittico in assenza del rispetto delle normative sanitarie che ne assicurano la corretta commestibilità».