• Celestino Floralde riceve dal sindaco di Catania Salvo Pogliese l’Elefantino d’Argento.
  • Durante il nubifragio del 26 ottobre ha salvato la vita a Daniela Grancagnolo.
  • Il sindaco l’ha definito un “eroe dei nostri tempi”.

Durante il nubifragio che lo scorso 26 ottobre ha colpito Catania, non ha esitato a mettere in pericolo la sua vita per salvarne un’altra. Per questo motivo Celestino Floralde, 45enne filippino, è stato premiato dal sindaco del capoluogo etneo, Salvo Pogliese, con l’Elefantino d’Argento.

“A nome di tutta la città di Catania sento di dover esprimere gratitudine e riconoscenza nei confronti di una persona che ha dimostrato grandissimo altruismo ed eccezionale coraggio, all’interno di un contesto particolarmente drammatico, e che per questo non esito a definire un eroe dei nostri tempi“. Queste le parole di Pogliese.

Celestino Floralde salva dal nubifragio di Catania Daniela Grancagnolo

Il primo cittadino ha consegnato in Municipio il riconoscimento al 45enne: ha salvato dalla furia della corrente d’acqua, in via Etnea, Daniela Grancagnolo, che era rimasta in panne con la sua auto travolta dall’alluvione. Anche la donna era presente alla cerimonia.

“Siamo felici – ha sottolineato il sindaco Pogliese – di conoscere una splendida persona, Celestino, con la sua splendida famiglia, le due bellissime bambine e la moglie. Ringrazio per la loro presenza i segretari della consulta dei migranti, che rappresentano numerosi e bravissimi lavoratori che si sacrificano per poter regalare alle loro famiglie un presente e un futuro dignitoso”.

Un gesto solidale, uno di quelli che ormai si vedono sempre più di rado. “Ringrazio il sindaco – ha detto Celestino Floralde – per questo regalo, che è il simbolo di Catania e per questo per me è molto importante”. Nella stessa occasione ha anche parlato del salvataggio: “Ho pensato ‘Io ho una mia famiglia e anche lei ha la sua famiglia, io ho bambini e anche lei ha dei bambini’. Abbiamo una mano per aiutare. Grazie a Dio è andata bene e Daniela adesso è mia sorella“.

“Ogni volta che vedo quelle immagini – ha aggiunto Daniela Grancagnolo – mi sembra di non avere mai vissuto una situazione così assurda. Se non ci fosse stato Celestino mi sarei fatta prendere dal panico, invece lui con la sua presenza è riuscito anche a farmi tenere i nervi saldi, mi diceva stai tranquilla stai ferma. Celestino è stato per me un angelo, non poteva avere nome più azzeccato”.

Il sindaco di Catania premia Celestino Floralde

Sui social, il sindaco Salvo Pogliese ha spiegato: “Celestino è in Italia dal 2011, insieme alla moglie Melody e alle figlie Sabella ed Elisabeth; oggi riceve dalle mie mani l’Elefantino d’Argento per il profondo senso di comunità mostrato, per una “catanesità” praticata e non ostentata. Lo consegno a lui, perché lo ricevano, simbolicamente, tutti i Vigili del Fuoco, gli operatori di Protezione Civile, uomini e donne delle Forze dell’Ordine, che in quelle ore si sono prodigati per impedire che un incredibile fenomeno atmosferico si trasformasse in tragedia. Orgogliosi di Celestino, orgogliosi di chi antepone il senso civico a qualunque cosa, orgogliosi dei Catanesi ‘veri’ e perbene”.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati