“Il rallentamento della velocità di crescita è un fattore estremamente positivo. In alcune regioni siamo vicini al punto di caduta della curva e quindi probabilmente il picco potrebbe essere raggiunto in questa settimana e poi cadere. Credo che questa settimana e i primi giorni della prossima saranno decisivi, perché sono i momenti in cui i provvedimenti di governo di 15-20 giorni fa dovrebbero trovare effetto, efficacia“. Queste le parole di Ranieri Guerra, assistant director general dell’Oms, ai microfoni della trasmissioni radiofonica ‘Circo Massimo’ su Radio Capital.

“Quello che ci si aspetta dunque è vedere decadere la curva in maniera più rapida nel giro di questi 5-6 giorni”, ha detto Guerra.

“La velocità di trasmissione, di espansione dei nuovi casi di Covid-19 è in lieve diminuzione in Italia”. Per questo “ora bisogna resistere. Per quanto? Dipende dalla settimana entrante” ha spiegato Guerra. “Diciamo che la curva si sta appiattendo per quanto riguarda i nuovi contagi. Questo è un elemento positivo ma ovviamente non sta a significare che la battaglia sia vinta” ha sottolineato.

Dello stesso parere anche Walter Ricciardi, membro del comitato esecutivo dell’Oms secondo il quale “se continuiamo a stare a casa, le prossime due o tre settimane saranno molto importanti per la risoluzione dell’emergenza”. Da questo punto di vista, secondo Guerra, “c’è stato un problema di preparazione di fondo di tutti i Paesi” perché “Prepararsi per un virus sconosciuto come Covid-19 non è facile” ma  “Nella fase acuta il Governo ha risposto con coerenza e i cittadini sono stati sorprendenti“.

Articoli correlati