La Protezione Civile Regionale siciliana sta provvedendo alla distribuzione nelle varie province di 27.000 tamponi che consentono di capire se si è positivi o meno al Covid-19. Destinatari della fornitura saranno gli ospedali della Sicilia‚ le ASP e il 118.

Il tampone faringeo – lo strumento usato per la diagnosi del Covid-19 è l’esame non invasivo‚ indolore‚ veloce ed esaustivo‚ che viene effettuato sui soggetti che presentano sintomi riconducibili al Coronavirus (tosse‚ starnuti‚ difficoltà respiratorie e temperatura corporea superiore ai 37‚5 gradi) per verificare se il virus è attivo all’interno dell’organismo.

Intanto nei prossimi giorni – come annunciato il Presidente della Regione Musumeci – si avvierà lo screening epidemiologico attraverso test sierologici specifici che consentiranno di monitorare l’andamento del contagio e di osservare il fenomeno da una prospettiva più ampia.

I test sierologici‚ che sono complementari al tampone‚ verranno condotti su precise categorie di soggetti. In particolare sul personale sanitario si effettueranno i test sierologici quantitativi‚ mentre per le persone che popolano le Residenze sanitarie assistite‚ le Comunità terapeutiche assistite e le Case di riposo‚ si procederà con i test sierologici qualitativi attraverso card.

Nello screening che la Regione condurrà attraverso la supervisione del Dipartimento Attività sanitarie e Osservatorio epidemiologico dell’assessorato alla Salute‚ sono previsti test per le Forze dell’Ordine‚ per i dipendenti degli uffici pubblici‚ per la popolazione carceraria e comunque per una porzione significativa della popolazione siciliana.

Articoli correlati