• Cosi Duci ricetta siciliana dei dolcetti a base di fichi secchi.
  • Chiamati anche Cosi di Ficu, si consumano tradizionalmente nel mese di dicembre.
  • Sono tipici di Castellammare del Golfo e del Trapanese.

Così Duci di nome e di fatto. Un antico modo di dire recita “Parla come mangi” e, in questo caso, è più che azzeccato. Si chiamano proprio “cose dolci” queste scenografiche paste che richiamano, nel gusto, i buccellati.

Tipici di Castellammare del Golfo, ma diffusi in tutto l’Agro Ericino, sono antichissimi: si pensa risalgano al XVIII secolo. Sono noti in tutta la Sicilia e, tradizionalmente, accompagnano il mese di dicembre e le festività natalizie. Si chiamano anche Cosi di Ficu, per il ripieno di fichi secchi.

Questi dolci sono talmente speciali da aver ottenuto un posto nella lista dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali Italiani. A differenza del cucciddatu che si prepara a Palermo, hanno una forma differente e utilizzano alcuni ingredienti un po’ diversi.

Cosi Duci cosa sono e come si fanno

I Cosi Duci sono dolcetti da forno, intagliati rigorosamente a mano e con grande maestria. Nella forma ricordano foglie, fiori o anche coroncine.  A seconda della zone, possono includere sapori diversi, come fichi o agrumi. La versione più classica farcisce l’impasto di frolla con fichi secchi, mandorle tostate, noci, zuccata, gocce di cioccolato, scorze d’arancia o scorze di limone.

A rendere i dolcetti più scenografici, ci pensano delle perline alimentari colorate, chiamate in siciliano “nnaccareddi“. La copertura può essere a base di glassa o semplicemente con zucchero a velo. I fichi vengono fatti essiccare con largo anticipo al sole, quindi si ammorbidiscono con vino cotto.

Esiste anche una variante delle Cosi di Ficu. L’esterno è sempre in pasta frolla, ma all’interno c’è un ripieno di mandorle pelate e tritate, condito con gocce di cioccolato, zuccata, scorza di limone e di arancia. Vengono sempre ricoperti da zucchero a velo o glassa bianca.

La tradizione dei dolci siciliani

Un tempo, nei pomeriggi e nelle sere di dicembre, le donne di Castellammare del Golfo si riunivano per cucinare i Cosi Duci. Dopo aver preparato il ripieno, impastavano e intagliavano. Era un modo per stare insieme fino a tardi, facendo dolci destinati a tante famiglie.

Non è facile intagliare i dolci siciliani. La forma è sofisticata e artistica. Si tratta di un prodotto artigianale che, proprio nelle cucine delle case siciliane, raggiunge i suoi risultati più eccellenti. Oggi li si può comprare anche nelle pasticcerie e nei panifici. Se conoscete qualcuno che li fa, o li fate da voi, siete molto fortunati! Passiamo adesso alla ricetta.

Cosi Duci ricetta siciliana

Ingredienti

Per la frolla

  • 500 g di farina 0;
  • 500 g di farina 00;
  • 250 g di strutto;
  • 250 g di zucchero;
  • 2 bustine vanillina;
  • 270 ml di latte tiepido;
  • 1 bustina lievito per dolci.

Per il ripieno

  • 500 g di fichi secchi;
  • 200 g mandorle di tritate finemente;
  • 100 g di gocce di cioccolato;
  • 100 g di uvetta sultanina;
  • 3 cucchiai di marmellata di arance;
  • 1 cucchiaino di cannella;
  • 1/2 cucchiaino di chiodi di garofano macinati;
  • 20 ml di Marsala;
  • Buccia grattugiata di una arancia non trattata.

Per la glassa

  • 2 cucchiai colmi di zucchero a velo;
  • 1 cucchiaio di acqua.

Per decorare

  • Palline colorate di zucchero;
  • Zucchero a velo.

Procedimento

  1. Per fare i Cosi Duci siciliane, dovete anzitutto mettere in ammollo in acqua bollente per 20 minuti i fichi e l’uvetta.
  2. Passato il tempo scolateli e tamponateli con della carta da cucina.
  3. Tritateli finemente e uno alla volta aggiungete tutti gli altri ingredienti del ripieno. Dovete ottenere un composto omogeneo.
  4. Mettete a riposare in frigo per un paio d’ore.
  5. Preparare l’impasto.
  6. Unite le farine, la vanillina, il lievito e lo zucchero in una ciotola (o nella planetaria), quindi aggiungete lo strutto ammorbidito, poco alla volta.
  7. Quando sarà tutto assorbito, aggiungete il latte a filo.
  8. É il momento di dare forma ai dolcetti.
  9. Prendete il ripieno e dividetelo in salsicciotti.
  10. Stendete l’impasto, dopo averlo porzionato e dategli la forma di un rettangolo, grande abbastanza per un cilindro di ripieno.
  11. Chiudete l’impasto sul ripieno e schiacciate leggermente.
  12. Con un coltello molto affilato, incidete, dando la forma tipica. Verrà fuori una sorta di corona.
  13. Preparate la glassa.
  14. Aggiungere l’acqua allo zucchero a velo e mescolate.
  15. Spennellate la glassa sui biscotti e cospargeteli con le palline colorate.
  16. Infornare a 170° forno ventilato per 15 minuti.
  17. Lasciate raffreddare e spolverare con zucchero a velo.

Buon appetito! – Foto di Giovanna Navarra – CC BY-SA 4.0.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati