Dopo il caldo record arriva il ciclone. Secondo gli esperti, tra le giornate di martedì 9 e mercoledì 10 luglio, il contesto meteorologico potrebbe subire un ribaltone in alcune zone d’Italia. La causa è un Ciclone Nord Atlantico, capace di provocare un deciso peggioramento delle condizioni atmosferiche con grandine, trombe d’aria e un crollo termico.

A partire dall’inizio della prossima settimana, spiegano gli esperti di ilmeteo.it, un flusso instabile legato a un vortice ciclonico posizionato sul Nord Atlantico si abbasserà di latitudine, provocando un peggioramento delle condizioni meteorologiche. Il peggioramento interesserà in particolare il Centro Nord.

Potrebbero verificarsi eventi come temporali, grandine o anche dei mini tornado. Non si esclude un crollo termico considerevole, di 10-15 gradi, con il ritorno della neve sulle Alpi a quote relativamente molto basse per il periodo. A seguire potrebbero anche subentrare venti di Maestrale e Bora a 100km/h. Molto mossi, agitati e grossi i Canali di Sardegna e Sicilia.

Articoli correlati