Con l’inizio del mese di luglio arrivano nuove giornate di caldo record in Italia. Il ministero della Salute ha diramato un bollettino, per le città di Bolzano, Brescia e Firenze, che “indica condizioni di emergenza” derivanti da un’ondata di calore, i cui potenziali effetti negativi potrebbero ripercuotersi sulla salute di tutti, “non solo sui sottogruppi a rischio come gli anziani, i bambini molto piccoli e le persone affette da malattie croniche”. A Firenze bollino rosso anche oggi, 2 luglio, e mercoledì, come a Perugia.

Allerta da livello 3 solo mercoledì 3 luglio anche a Rieti. Bollino arancione con livello di allerta 2, invece a Perugia, Rieti, Torino. Bollino giallo invece ad Ancora, Bologna, Campobasso, Genova, Milano, Roma e Verona. Nessuna segnalazione preoccupante per quanto riguarda la Sicilia, eccetto un livello 1 per Palermo, Catania e Messina nella giornata di giovedì 4 luglio. Il livello 1 è un livello di pre-allerta, che indica condizioni meteorologiche che possono precedere il verificarsi di un’ondata di calore.

Questo livello non richiede azioni immediate, ma indica che nei giorni a seguire è probabile che possano verificarsi condizioni a rischio per la salute.

Per fronteggiare l’emergenza caldo, il ministero della Salute ha attivato nei giorni scorsi il numero di pubblica utilità 1500, per consentire ai cittadini di ricevere tutte le informazioni necessarie. Il servizio è attivo tutti i giorni, compresi i festivi, dalle ore 10 alle ore 16.

Articoli correlati