Una bambina di appena 9 mesi è morta dopo essere caduta da un letto in un appartamento di Hong Kong. L’allarme è stato dato dal padre della vittima, un ragazzo di 31 anni, allertato a sua volta dalla collaboratrice domestica. Quest’ultima ha trovato la piccola che giaceva priva di sensi sul pavimento vicino al letto in stato di incoscienza, e ha immediatamente informato il suo datore di lavoro. Giunti sul posto, i paramedici hanno tentato di rianimare la piccola, per poi trasportala d’urgenza all'ospedale, dove la bimba è stata dichiarata morta.

La domestica avrebbe messo la bambina sul letto matrimoniale intorno alle 19. Più tardi è andata nella stanza e ha trovato la piccola sul pavimento. Secondo un vicino di casa, la donna avrebbe spiegato più volte che la bambina piangeva ogni volta che veniva messa nella sua culla. La polizia che indagava sul caso ha concluso che non ci sono circostanze sospette, in attesa dei risultati dell'autopsia.

Sulla vicenda è intervenuto anche il Dipartimento della salute locale per consigliare ai genitori e alle badanti di "non lasciare un bambino di qualsiasi età senza sorveglianza su un fasciatoio, su un tavolo, un letto per adulti o un divano". Se gli adulti non sono liberi di badare ai bimbi, questi ultimi "dovrebbero essere lasciati in una culla o un box sicuro". Il dipartimento della salute consiglia inoltre di "mettere i bambini sulla schiena" quando dormono: delle ricerche, infatti, hanno dimostrato che dormire sulla schiena è sei volte più sicuro di dormire proni.