Una donna scomparsa la scorsa settimana nel sud del Messico è stata ritrovata uccisa in modo terrificante. I resti del corpo erano smembrati e conservati in pentole dopo essere stati cotti su una stufa. Il principale sospettato del terribile femminicidio è l’ex marito.

La donna sarebbe andata via dalla sua abitazione di Taxco la mattina del 13 gennaio scorso. Nel pomeriggio, si sarebbe recata a casa dell’ex marito per prendere i figli, ma da allora se ne sono perse le tracce.

I resti smembrati della donna sono stati ritrovati il lunedì successivo dentro pentole in cima a una stufa dove si presume siano stati cotti.

Secondo un rapporto del governo messicano e dell’Onu diffuso lo scorso mese, gli omicidi di donne in Messico sono aumentati bruscamente nell’ultimo decennio dopo circa vent'anni di consistente calo.