Nella top 10 dei migliori vini del mondo ce n’è uno siciliano. Questo il verdetto della classifica di Wine Spectator, considerata la “bibbia” del mondo del vino.

A guadagnare la prima posizione è sempre un vino italiano, ma toscano: si tratta del Sassicaia 2015, vino doc prodotto da una sola azienda in provincia di Livorno. I proprietari delle uniche terre in cui il vino prodotto può prendere il nome Bolgheri Sassicaia fanno parte della famiglia Incisa della Rocchetta. Qui ci sono gli unici vigneti in cui è valida dal denominazione di origine controllata Bolgheri.

Etna Rosso tra i migliori vini del mondo

La classifica dei 10 migliori vini del mondo vede trionfare l’Italia e la Sicilia. Al nono posto, infatti, c’è l’Etna Rosso 2016 (San Lorenzo) della Tenuta delle Terre Nere. Terza posizione per il toscano Chianti Classico riserva 2015 Castello di Volpaia.

Si tratta della prima volta in cui il Bolgheri Sassicaia ottiene questo riconoscimento: il costo della bottiglia è di 245 dollari, circa 215 euro. Ha ottenuto un punteggio di 97 su 100, quindi secondo i giudici li vale tutti. “Il Sassicaia – si legge – come molte delle cose migliori della vita, è nato come un esperimento che è stato realizzato grazie alla fortuna e al duro lavoro”.

Non è, invece, la prima volta in cui un vino toscano si piazza al primo posto della classifica mondiale. Oltre al Sassicaia ci sono stati il Brunello di Montalcino 2001 Tenuta Nuova di Casanova di Neri nel 2006, l’Ornellaia 1998 nel 2001 e il Solaia 1997 nel 2000.