Il Festino di Santa Rosalia torna tra la gente. La città è pronta per vivere la 398esima edizione della festa che celebra la sua Santuzza, dal 13 al 15 luglio 2022. E l’amministrazione comunale pensa già all’edizione numero 400.

Festino di Santa Rosalia 2022

Dopo due anni di stop forzato e di festeggiamenti ridotti, a causa della pandemia, il Festino torna tra la gente. Un appuntamento molto atteso dalla città di Palermo e dai suoi abitanti, che celebrano così Santa Rosalia, la loro Santa Patrona.

La nuova edizione, la numero 398, è stata presentata dall’amministrazione comunale, che pensa già al futuro: «È nostro intento programmare un intero anno dedicato a a Santa Rosalia preparandoci all’edizione numero 400», ha detto il sindaco, Roberto Lagalla. Come da tradizione, il Carro sfilerà lungo il Cassaro, attraverso un percorso musicale a “stazioni”. Condurrà ai fuochi d’artificio sul mare del Foro Italico.

Il Comune chiama a raccolta tutte le energie della città, delle istituzioni e della comunità. Davanti al carro trionfale sfileranno medici, infermieri, protezione civile, forze dell’ordine, Croce Rossa, in segno di riconoscenza per coloro che durante la pandemia hanno salvato vite umane a costo, spesso, della loro.

«Una rinascita della città dopo la pandemia»

Il ritorno del Festino di Santa Rosalia lungo il Cassaro e al piano della Marina «Vuole essere una potente, coinvolgente, corale ed emozionale rappresentazione della volontà di rinascita della città dopo i tempi cupi della pandemia, attraverso la compartecipazione creativa di diverse azioni orchestrate in una visione di futuro che pretende l’alleanza di tutte le energie della città, delle istituzioni e della comunità, e che usa e miscela tutte le componenti di una città intimamente cosmopolita, rimettendo insieme le diverse parti in un processo di potente integrazione, come avviene durante il bellissimo affollamento della processione del Festino».

Lo ha detto il sindaco di Palermo, Roberto Lagalla, presentando l’edizione numero 398 della manifestazione dedicata alla Santa Patrona, la “Santuzza” Palermitana. Serve un «Impegno corale e civile per raggiunge gli obiettivi difficili e non immediati de rilancio della città», ha ribadito il primo cittadino Lagalla.

Per quanto riguarda il carro, si propone come un “carro palcoscenico“, che si ispira ai mosaici: uno spartito musicale con le note e un canto, “Pellegrina sugnu”. Lo ha detto lo scenografo Fabrizio Lupo nel corso della presentazione del Festino 2022. Presenti anche il vescovo Corrado Lorefice e Maurizio Carta, coordinatore Comitato artistico istituzionale. Gli attori Salvo Piparo e Pamela Villoresi sono nel cast di questa edizione con “parti importanti”, è stato anticipato. Il titolo di questa edizione è “Contro la peste – Nove orchestre e una preghiera”.

I protagonisti del Festino di Santa Rosalia

Del lunghissimo elenco di protagonisti impegnati lungo il Cassaro, nelle nove stazioni previste dal percorso del Carro, fanno parte tra gli altri: Pamela Villoresi e Salvo Piparo (voci recitanti sul Carro), Miriam Palma, Maurizio Maiorana e Marta Piazza (voci soliste sul carro).

Ancora, i cori e le orchestre giovanili del Teatro Massimo (circa 160 elementi tra Kids e Youth Orchestra, Coro di voci bianche, Coro Arcobaleno e Cantoria), dirette dai Maestri Michele De Luca e Salvatore Punturo; la Marching Band del Brass Group; i professori e gli allievi dei Conservatori di Palermo (orchestra sul carro trionfale e Festinello); i professori e gli allievi del Conservatorio di Trapani (Festinello).

Si aggiungono anche gli allievi dell’Accademia di Belle Arti di Palermo (immagine coordinata del Festino, videomapping sulla facciata della Cattedrale, costumi, scenografie e light design) guidati dai docenti Fabrizio Lupo, Fausto Gristina, Luca Pulvirenti, Francesca Pipi, Martina Pecoraino, Sergio Daricello, Massimo Tomasino; la Fanfara dei Bersaglieri di Trapani guidata dal Sergente Maggiore Giuseppe Blunda; la Banda dei Tamburinari della Famiglia Auccello. Foto: Dennis JarvisLicenza.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati