PALERMO – Ieri pomeriggio a Palermo i carabinieri hanno bloccato un giovane e un uomo che avevano minacciato di uccidere i parenti e di fare saltare in aria l’abitazione. Il primo intervento in via Filippo Corazza: un 25 enne armato di due grossi coltelli ha minacciato di morte i parenti che vivevano con lui e poi si è barricato all’interno della propria abitazione tentando il suicidio, ferendosi agli arti superiori. I carabinieri sono riusciti a bloccare il giovane e a disarmarlo anche di un terzo coltello che aveva nascosto sotto la maglietta.

Il secondo episodio in via Andrea Cirrincione. Qui un uomo di 50 anni si è barricato in casa e armato di ascia ha minacciato di fare saltare in aria l’abitazione con due bottiglie di alcool con tanto di stoppino artigianale. L’uomo aveva versato il liquido infiammabile anche sui mobili e vicino a una bombola a gas. I carabinieri sono riusciti a bloccare l’uomo e a evitare l’esplosione.

In entrambi i casi è stato disposto il tso (trattamento sanitario obbligatorio).