Drammatica vicenda nel Galles, dove una giovane mamma di 28 anni si è tolta la vita. Alcuni giorni prima, Aimee Louise Evans aveva scritto a sua madre chiedendole di andare da lei a prendersi cura della figlioletta di tre anni, ma la donna aveva ignorato le sue richieste. Aimee Louise si è uccisa mentre la bimba era in casa e la piccola, per quattro giorni, è sopravvissuta mangiando pane e burro.

In merito alla vicenda sono in corso indagini: «Quando gli agenti sono intervenuti, hanno trovato la piccola lì. È stata portata in ospedale per essere controllata da un pediatra», ha detto il procuratore Clive Morris durante un’udienza. La 28enne suicida aveva anche un altro figlio che in quel momento si trovava con suo padre nella zona di Bridgend.

La donna sarebbe stata depressa e alcolizzata. Beveva molto ed era stata vittima di violenze domestiche: «Era una persona felice ed estroversa che non mostrava segni di depressione. I suoi bambini sono sempre stati ben curati, puliti, in ordine», ha detto la madre Daily Mail.