Continua la quarantena della comitiva di turisti bergamaschi all’Hotel Mercure di Palermo. All’interno dell’albergo, dallo scorso 25 febbraio, si trova in quarantena un gruppo di viaggiatori, dopo che tre di loro sono risultati positivi al Coronavirus. Attraverso i social Barbara, che fa parte dello staff della struttura, racconta ciò che succede ogni giorno.

Ieri ha parlato del bellissimo gesto fatto dai bimbi della scuola elementare che si trova nei pressi del Mercure. Ecco cosa ha scritto:

«Abbiamo i biglietti che vengono da sotto le porte dei nostri ospiti e che abbiamo deciso di appendere in bella vista, ci sono le nostre risposte che recapitiamo ai “relegati” insieme ai pasti, a volte loro da dietro la porta ci chiedono come stiamo, se siamo stanchi, se abbiamo cenato, e questo vale più di mille bigliettini…

Poi ci sono cassate e cannoli e crostate e torte e gelato e cibo di ogni genere che arriva da ogni dove (qualcuno lo fa solo per farsi pubblicità e recapita cibo con loghi giganteschi, ma anche questo fa parte del grande circo dei “social”).

Sono arrivate le letterine dei bimbi di quarta elementare di una scuola vicina all’albergo e ci siamo sciolti di fronte all’innocenza di bimbi che scrivono “cari turisti speriamo che non vi ricordiate di Palermo solo per questa brutta avventura ma anche per le arancine, le cassate e i cannoli”. Bambini, avete vinto!».

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

QUARANTENA. Giorno 9. . . . Abbiamo i biglietti che vengono da sotto le porte dei nostri ospiti e che abbiamo deciso di appendere in bella vista, ci sono le nostre risposte che recapitiamo ai “relegati” insieme ai pasti, a volte loro da dietro la porta ci chiedono come stiamo, se siamo stanchi, se abbiamo cenato, e questo vale più di mille bigliettini… poi ci sono cassate e cannoli e crostate e torte e gelato e cibo di ogni genere che arriva da ogni dove (qualcuno lo fa solo per farsi pubblicità e recapita cibo con loghi giganteschi, ma anche questo fa parte del grande circo dei “social”). Ma oggi sono arrivate le letterine dei bimbi di quarta elementare di una scuola vicina all’albergo e ci siamo sciolti di fronte all’innocenza di bimbi che scrivono “cari turisti speriamo che non vi ricordiate di Palermo solo per questa brutta avventura ma anche per le arancine, le cassate e i cannoli” 😂 Bambini, avete vinto!!! 😂 . . . #bimbi #quivatuttobene #scuola #school #letterine #coronavirus #covid19 #palermo #sicily #italy #cassate #cannoli #arancine #children

Un post condiviso da Bar Bara (@bar_bina) in data: