Nel momento più difficile dell’emergenza Coronavirus si è creato un bel ponte di solidarietà tra la Sicilia e la Lombardia, in particolare tra Palermo e Bergamo. Dal momento in cui è stato rilevato il primo caso nel capoluogo siciliano, riscontrato in una comitiva di turisti bergamaschi, si è subito instaurato un rapporto di cooperazione, che ha anche salvato la vita ad alcuni pazienti arrivati dal Nord Italia.

Giorgio Gori, sindaco di Bergamo (tra le città più colpite dall’emergenza) non ha dimenticato l’aiuto ricevuto da Palermo. Ospite di Zapping, su Radio 1, ha spiegato: «Bergamo è stata aiutata in tanti modi e tanto da alcune città del Sud, in particolare da Palermo. Tante forme di solidarietà di cui siamo veramente grati e io sinceramente non ho colto pregiudizi nei nostri confronti”.

«Forse – ha aggiunto – ce la siamo anche un po’ tirata. La Lombardia ha tanti primati e vanno riconosciuti, ma questo ha forse costituito le premesse per un sentimento non proprio di simpatia nei nostri confronti. Quando la Lombardia come è successo in questi mesi, di fronte a una prova molto ardua, ha rilevato qualche falla, forse qualcuno ha detto ‘vedi quelli che facevano tanto i fenomeni’. Ma da qui a dire che ci sia un sentimento anti lombardo credo ce ne passi».