I chewing gum non portano nessun beneficio per l'igiene dei denti. Con questa motivazione sono state confermate le sanzioni per 180 mila euro infliette alla Perfetti nel settembre 2013: la pubblicità sui benefici delle gomme da masticare Vivident, Happydent, Daygum e Mentos è stata ritenuta ingannevole. Secondo il Tar del Lazio (che ha respinto un ricorso proposto dalla società per contestare il provvedimento) i numerosi messaggi promozionali realizzati tra il 2011 e il 2012 attribuivano "ai prodotti reclamizzati benefici enfatizzati e non conformi alle discipline del settore" e "tali da suggerire una sostanziale equivalenza tra l'uso costante delle gomme da masticare e una corretta igiene orale".

L'Autorithy ha rilevato che "i chewing gum vengono presentati, anzitutto, come idonei a garantire l’igiene orale e dentale mediante il loro accostamento allo spazzolino da denti ed alle diverse occasioni nelle quali questo dovrebbe essere normalmente utilizzato, nonché ad arrecare, anche in virtù del contenuto di xilitolo e calcio posseduto, svariati benefici per i denti e l’intero cavo orale attraverso l’utilizzo di specifici claim salutistici nonché di immagini e suggestioni collegate all’ambito medico-odontoiatrico".

Il provvedimento ha evidenziato che alcuni "claim" salutistici utilizzati non avevano l'avallo delle competenti autorità europee nei termini prospettati dai messaggi. Il Tar ha quindi ritenuto non meritevoli di accoglimento le censure rivolte contro il giudizio d'ingannevolezza "della pratica commerciale sanzionata".