Belmonte Mezzagno è ancora sconvolta dopo il tragico incidente stradale avvenuto nella notte tra sabato 19 e domenica 20 ottobre. Due giovanissimi sono morti, tre sono rimasti feriti: le vittime sono Giorgio Casella, che aveva 17 anni, e Kevin Vincenzo La Ciura, che ne aveva 16.

Una Bmw proveniente da Palermo, sul rettilineo della contrada Placa, è uscita di strada, tranciando un albero d’ulivo e finendo in una scarpata. Un giovane è morto immediatamente, l’altro, ustionato gravemente, è deceduto lungo il tragitto verso l’ospedale.

Alla guida dell’auto, un giovane di 20 anni, che è stato arrestato: secondo quanto riferito dai carabinieri, sarebbe risultato positivo alla cannabis e avrebbe avuto un tasso alcolemico superiore a quello consentito dalla legge.

Quando è avvenuto l’incidente, intorno alle 4 di notte, subito alcuni residenti sono scesi in strada, liberando i giovani rimasti nell’auto. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco e i sanitari del 118. I carabinieri hanno eseguito tutti i rilievi e le indagini per accertare cosa sia successo esattamente. L’auto potrebbe aver sbandato da sola, uscendo di strada. Sarà comunque il lavoro dei militari a fare luce su questa ennesima tragedia delle strade siciliane.

Articoli correlati