"Con tante belle ragazze italiane… dovevano scegliere le straniere", "Da velina mora e velina bionda si passa a velina bianca e velina nera, beh è anche logico visto che oramai l'Italia ha perso l'orientamento etnico". E ancora: "State usando la trasmissione per strumentalizzarla a favore dell'immigrazione, quest'anno non la vedrò perché non mi piacciono questi giochetti". È scandaloso il caso scoppiato attorno alle nuove veline di "Striscia la Notizia" (guarda le foto qui). I commenti del web, purtroppo, sono a sfondo razzista.

"Due migranti", "La bionda è africana", scrivono alcuni internauti. I riferimenti più beceri sono per Mikaela Naeze Silva, 23enne nata a Mosca da madre afghana e padre originario dell'Angola. Arrivata in Italia a 6 anni, Mikaela parla cinque lingue: portoghese, italiano, francese, inglese e spagnolo. Tra i tanti che si sono schierati in difesa delle nuove arrivate, c'è anche un ragazzo che ricorda i precedenti: le gemelle Kessler, Dalida, Belen, Ilona Staller Edwige Fenech. "Quando il razzismo ostacola persino la passione italiana per le belle figliole, vuol dire che abbiamo oltrepassato di brutto la soglia del pericolo".