Jamie Dornan dice basta. Smessi i panni di Christian Grey, il seducente amante del bondage protagonista di "50 sfumature di grigio", ha deciso che non tornerà mai più a indossarli. Rassicurazione per tutte le fan: Dornan ha già finito di girare sia "50 sfumature di nero" che "50 sfumature di rosso", i restanti due capitoli della trilogia erotica, filmati quasi in contemporanea. Si rivedrà dunque l'attore in entrambe le pellicole, poi basta: se sarà trasposto su grande schermo anche "Grey", il quarto romanzo della saga, lui non ci sarà, come riferisce nelle dichiarazioni riportate dalla stampa inglese.

"I film li ho terminati. Ho chiuso per sempre con 50 sfumature. Se le persone tendono a identificarmi con un personaggio, io, al contrario, sono più il tipo che quando finisce di girare dice 'Bene, è fatta' e pensa subito al prossimo progetto, al prossimo personaggio", ha spiegato il nord-irlandese Dornan.

"Grey" è stato scritto dall'autrice dopo la trilogia e racconta le vicende del primo capitolo della saga dal punto di vista del protagonista maschile, appunto Christian Grey (laddove i tre libri precedenti erano narrati da quello di Anastasia). Difficile dire se Universal deciderà mai di mettere mano a un quarto film: sicuramente bisognerà prima attendere i risultati al botteghino di "50 sfumature di nero" e "50 sfumature di rosso", attesi rispettivamente per il 2017 e per il 2018.