Litiga con il fratello a causa della lentezza della connessione internet e lo uccide a coltellate. L'episodio ai limiti del surreale è avvenuto a Leominster, in Massachussets (Stati Uniti). Tim e Nathan Record, rispettivamente 20 e 23 anni, hanno iniziato a litigare perché c'erano troppi apparecchi connessi alla rete. A un certo punto Nathan avrebbe iniziato a picchiare il fratello, finché Tim non l'ha colpito a morte nel petto con dei coltelli trovati in cucina. I due non erano nuovi a episodi di violenza. 

Alla notizia, comprensibilmente, la stampa locale ha dato grande eco facendo riferimento ai rapporti di polizia. Gli agenti hanno trovato Nathan sanguinante in cima alle scale di casa. È stato portato all'ospedale ma ormai era troppo tardi. Tim adesso è in carcere; il ragazzo si è professato innocente, ma è stato trattenuto in prigione senza possibilità di cauzione.