Le Ossa Di Morto sono un classico della pasticceria siciliana. Narra la tradizione che, la mattina del 2 Novembre, giorno della Commemorazione dei Defunti è usanza far trovare, ai bambini buoni, dei dolcetti lasciati dai familiari che sono “mancati”, come se fossero ancora tra loro. È una bellissima usanza che alleggerisce il concetto di Morte , per i bambini.

Questi biscotti , insieme ad altri dolcetti tipici, venivano messi in cestini , spargendo per casa un magnifico profumo di zucchero caramellato, cannella e chiodi di garofano.

Il procedimento per realizzarli è inusuale… si forma un impasto in cui la percentuale di zucchero è maggiore della farina, si aromatizza con i chiodi di garofano e la vaniglia. Si formano dei biscotti che, posizionati sulle teglie, dovranno asciugare all’aria per 3 giorni, o anche a casa vicino una fonte di calore, senza mai voltarli. In questo modo la superficie si asciuga mentre, la parte a contatto con la teglia, rimane umida.

Quando si infornano, accade un miracolo!!! La parte inferiore del biscotto, umida, a contatto con la teglia calda, si scioglie ed esce parte dell’impasto interno, con alta percentuale di zucchero, che si caramellizza sprigionando un profumo celestiale.

Da noi si mangiano anche durante le Feste di Natale e si mantengono perfettamente se chiusi in una busta.

Ricetta Ossa di Morto Siciliani

Ingredienti

  • 500 g di farina di grano tenero macinato a pietra
  • 600 g di zucchero semolato
  • 140 g di acqua
  • 2 cucchiaini di chiodi di garofano macinati
  • 1 cucchiaino di cannella

Procedimento

  1. in una casseruola sciogliere, a fuoco bassissimo (non deve bollire) lo zucchero e l’acqua
  2. in una planetaria o in un mixer mettere la farina e le spezie
  3. aggiungere lo sciroppo di zucchero e lavorare sino ad ottenere un composto liscio e omogeneo
  4. formare dei salsicciotti di 2 cm di diametro e tagliare dei tocchetti
  5. schiacciarli lievemente con i rebbi della forchetta
  6. disporre su una teglia, coperta da carta forno e lasciare asciugare per 3 giorni
  7. infornare a 170° per 10 minuti

Foto e ricetta di Mimma Morana