Palermo si svela sui social con Le Vie dei Tesori.

  • Il progetto Le Vie dei Tesori – On Air racconta la città di Palermo attraverso gli occhi di Marta e Giulia, le Malìa Vibes.
  • Le due ragazze, una milanese, l’altra romana, sono arrivate in Sicilia prima dello scorso lockdown e hanno deciso di rimanerci.
  • Ecco in che modo esploreranno la città e come si potranno vedere gli appuntamenti online.

Le Vie dei Tesori si sposta on line per continuare a raccontare il patrimonio artistico della Sicilia. Il celebre festival ha lanciato un nuovo format, dedicato alla scoperta della città di Palermo, che ha come protagoniste Marta e Giulia, conosciute come le “Malìa Vibes“. Milanese una, romana l’altra, sono arrivate nel capoluogo prima dello scorso lockdown e se ne sono innamorate. Sono diventate in breve tempo un piccolo fenomeno sui social, con il loro profilo Instagram. Proprio da Instagram, portano i follower alla scoperta di luoghi e storie. Così prende vita Le Vie dei Tesori – On Air: la fondazione che ogni anno organizza il celebre Festival ha messo sul piatto la conoscenza della città e il grande seguito della sua community; le due giovani instagramers il loro stile sciolto, la simpatia, le gag, il coinvolgimento nello storytelling. Così nascono quattro Dopo i primi due appuntamenti, che hanno mostrato Santa Maria del Gesù e Villa Virginia, è la volta dell’Orto Botanico e della chiesa della Santissima Trinità. Per raggiungere il profilo Instagram Le Vie dei Tesori, basta cliccare qui).

Gli appuntamenti

Sabato 30 gennaio alle 15 le Malìa Vibes saranno all’Orto Botanico per farsi raccontare da Paolo Inglese, direttore del SiMuA (il Sistema museale di Ateneo) l’erbario storico donato all’Università dal botanico svizzero Werner Rodolfo Greuter e il prezioso Gabinetto scientifico, una vera wunderkammer con reperti dal Doderlein e dal Gemmellaro.

L’ultimo storytelling delle Malìa Vibes sarà domenica 31 gennaio alle 12,15, alla scoperta di quel gioiello straordinario e pressoché sconosciuto agli stessi palermitani, che è la chiesetta della Santissima Trinità, a pochi passi dalla Zisa. Quasi “schiacciata” dall’imponente palazzo normanno, la cappella ha una bellissima storia a sé, verrà raccontata con padre Antonino D’Anna.

Chi sono le Malìa Vibes

Durante gli appuntamenti è possibile di interagire con le due ragazze, sia prima che durante le visite, sia sul loro profilo Instagram che commentando in diretta. Le Malìa Vibes, Ma(rta) e (Giu)lia, milanese una, romana l’altra, si sono conosciute lavorando da remoto per la stessa società. A luglio scorso sono arrivate a Palermo per una vacanza: ed è scattata la scintilla. Le due ragazze si sono innamorate della città e, alla fine delle ferie, hanno deciso di trasferirsi. E, complice sia il lavoro che le porta a sperimentare sui social, che una grafica innovativa (un filtro accattivante creato apposta su Lightroom, ispirato all’effetto Orange & Teal caro a cinema e travel Photo) si sono inventate un format di storytelling su Instagram alla scoperta dei luoghi che visitano. Racconto accattivante, molta attenzione per le leggende e le tradizioni, aprendo un “terzo” occhio, quello delle innamorate. In poco tempo hanno toccato gli ottomila follower che aspettano ogni loro post, video, foto.

Articoli correlati