Ha avuto un malore a scuola, davanti ai compagni di classe e l'insegnante ha subito allertato il 118. Una volta in ospedale, però, i medici hanno scoperto che la ragazza, di appena 18 anni, stava abortendo per la quarta volta. A raccontare la vicenda è il Giornale di Vicenza.

La giovane aveva assunto una decina di pasticche di un farmaco contro gli spasmi addominali: assunto in grandi quantità può provocare interruzioni di gravidanza.

Per lei era il quarto aborto: gli altri tre erano avvenuti quando era ancora minorenne, sempre con lo stesso ragazzo, che l'aveva lasciata dopo l'ultimo episodio. La giovane è stata curata e denunciata dalla polizia per procurato aborto: è stata condannata a 15 giorni di reclusione.