Un uomo di 72 anni è rimasto folgorato nel suo terreno, al villaggio di Salice, Messina. Rosario Feminò, agricoltore, è morto a causa di una rete elettrica che aveva costruito per tenere lontani i cinghiali dall’orto. Nel corso di un controllo della recinzione, però, è inciampato: così è rimasto colpito dalla tensione.

I familiari, non vedendolo rientrare, hanno cercato di contattarlo telefonicamente, senza però ottenere risposta. In seguito si sono recati direttamente all’orto, ma qui hanno fatto la macabra scoperta. Il corpo del 72enne era riverso sulla rete elettrica, ormai privo di vita.

Immediata la chiamata ai soccorsi. I carabinieri e il personale medico, giunti sul posto, non hanno potuto fare altro che constatarne in decesso.

Il corpo è stato trasportato all’obitorio del Policlinico e, sul posto, sono stati fatti tutti gli approfondimenti del caso.