Avete letto bene: le migliori Genovesi si trovano in Sicilia. A Erice, per essere precisi. Questo delizioso borgo che si affaccia sul Golfo di Trapani, suggestivo e romantico, è casa di una tradizione dolciaria preziosa. Tra i dolci più noti ci sono proprio le Genovesi, un’antica ricetta nata in un monastero. Rispetto a cannoli e cassate sono meno conosciute, ma non per questo meno buone.

Le Genovesi di Erice sono state create nel monastero di San Carlo. In questo convento di clausura ha trascorso la sua infanzia Maria Grammatico ed è a lei che oggi si deve la diffusione di questa specialità. Il nome dei dolci è molto particolare: pare tragga origine dal cappello dei marinai genovesi che, un tempo, si trovavano a frequentare molto spesso la zona di Erice, per via dei rapporti commerciali tra la loro città d’origine e Trapani.

Semplici e buone, sono friabili cupolette di pasta frolla, farcite con crema di ricotta o crema pasticcera. Vengono ricoperte di zucchero a velo e servite tiepide. Quando si visita Erice è d’obbligo fermarsi ad assaggiarle: conquistano al primo morso. Nel corso degli anni si sono aggiunte a quelle più classiche tante farciture, come crema di latte, cioccolato o crema alla nocciola.

Vi consigliamo di visitare Erice, meravigliosa in ogni periodo dell’anno. D’estate offre refrigerio dall’afa, d’inverno è avvolta da una magica atmosfera. Per la ricetta delle Genovesi, cliccate qui.