Una donna ammazzata dal figlio a Roma. L'avrebbe uccisa proprio lui, il figlio Lorenzo di 24 anni, studente al terzo anno di Statistica alla Sapienza. La polizia lo ha arrestato con l'accusa di omicidio dopo un lungo interrogatorio. Finisce così il giallo della donna trovata morta questa mattina all'Alberone intorno alle 5, con un cuscino sul volto e una molletta sul naso.

La vittima è Paola Borghi, una 60enne ex dipendente Asl. Il movente, dicono fonti giudiziarie, sarebbe il fatto che la donna non ha mai voluto rivelare al ragazzo l'identità del padre e che per questo lui avrebbe coltivato e cresciuto un astio esploso poi nella notte.

Lorenzo Borghi ha raccontato di aver sentito dei rumori. Secondo gli inquirenti avrebbe inscenato un furto, aprendo e rovesciando cassetti e armadi. L’ipotesi dei ladri, però, non ha convinto, anche perché la porta dell’appartamento è stata trovata regolarmente chiusa a chiave mentre da un cassetto è risultato mancare del denaro: per questo gli inquirenti hanno deciso di fermare il ragazzo e di seguire la pista dell’omicidio.