Il caldo africano non molla la presa.

Sicilia nella morsa del caldo. Non si placa, ma anzi si intensifica, l’ondata di calore che sta interessando la regione in questa settimana. La Protezione Civile regionale ha diramato un’allerta relativo al rischio incendi che riguarda, con livelli di preallerta e allerta, tutte le province dell’isola. Bollino “rosso” per Enna e Caltanissetta, mentre il livello è “arancione” per le altre aree. È previsto un generalizzato aumento delle temperature. Per i giorni di mercoledì 28 e giovedì 29 luglio previste ondate di calore di livello 2, con allerta arancione su Palermo: qui le temperature percepite saranno di 36 e 37 gradi. Bollino giallo a Catania, per la giornata del 28 luglio, con 37 gradi previsti. La situazione si intensificherà giovedì 29, con una previsione di 38 gradi percepiti. Messina da bollino giallo nei prossimi due giorni, con temperature previste stabili sui 36 gradi. Scopriamo insieme gli ulteriori dettagli.

Ondata di Calore in Sicilia: allerta e rischio incendi

Un’ampia area depressionaria atlantica determina il susseguirsi di impulsi perturbati sulle regioni settentrionali dell’Italia, ove sono attesi temporali localmente anche intensi. Sul resto del Paese, invece, permangono condizioni in prevalenza stabili grazie all’azione di un promontorio di matrice nord-africana. Oggi lo scenario meteo rimarrà pressoché invariato, con fenomeni temporaleschi che continueranno ad interessare il Settentrione, mentre il tempo stabile insisterà al Centro-Sud. Qui le temperature saranno in graduale ulteriore aumento fino a valori molto elevati. La ventilazione moderata dai quadranti meridionali su Sardegna e Centro peninsulare subirà una generale attenuazione. Ecco il punto della situazione.

Secondo gli esperti, questa settimana vedrà l’ondata di calore più intensa di tutta l’estate 2021. Non sarà tanto un problema di temperature (si sono già raggiunti picchi elevati nelle scorse settimane): a rendere la situazione eccezionale, sarà l’intensificazione dei valori in tutta l’Italia, oltre alla durata. Il rischio incendi, nelle prossime giornate,  è elevato nel Nisseno e nell’Ennese, dove l’allerta è di colore rosso. Pre-allerta nelle altre sette province. Nei giorni scorsi non sono mancati già alcuni roghi nel Palermitano, nel bosco Balata (un’area demaniale su Monte Gradara, nel territorio di Borgetto). I Vigili del Fuoco sono intervenuti anche a Capaci, Carini, Santa Cristina Gela, Caltavuturo, Sclafani Bagni, Mezzojuso, Villafrati e Vicari. A Enna è intervenuto un Canadair per domare le fiamme in un boschetto.

Articoli correlati