La Sicilia trionfa nella trasmissione “Soliti Ignoti – Il ritorno”. Durante la puntata andata in onda ieri sera, mercoledì 13 novembre, un bancario palermitano di 56 anni ha abbinato tutte le identità, portando a casa un premio di 118mila euro. Marcello ha partecipato al programma condotto da Amadeus e, già all’inizio della puntata, ha spiegato: “Sono di Palermo“.

Quando il presentatore gli ha chiesto quale fosse la sua fede calcistica, non ha avuto esitazioni: “Vado allo stadio con mio padre, anche in serie D. La fede non ha confini e non si può arginare in una categoria, con orgoglio, risaliremo”. La risposta ha colpito Amadeus, che ha risposto: “Anche mio padre è tifosissimo del Palermo”. Forse non tutti lo sanno, ma il conduttore è figlio di palermitani emigrati al Nord.

I Soliti Ignoti fu trasmesso la prima volta dal 2007 al 2012, con la conduzione dell’indimenticato Fabrizio Frizzi e il sottotitolo “Identità nascoste”. Dal marzo del 2017 è tornato in onda con il titolo “Soliti Ignoti – Il ritorno” e con la conduzione di Amadeus. Dal 29 ottobre 2017 al 25 febbraio 2018 il programma va in onda anche la domenica in fascia preserale (18:50-20:00), con il titolo “INsoliti ignoti”.

Lo scopo del gioco è abbinare otto identità, professionali o di fama, agli otto personaggi che si presentano uno alla volta di fronte al concorrente. Tali identità possono consistere nelle tipologie più svariate, per esempio: “ha lavorato in ferrovia”, “colleziona francobolli”, “ha cantato al Festival di Sanremo”, “sosia di…”, “campione di calcio”, e così via. Ogni personaggio misterioso è munito di un “passaporto” contenente il rispettivo valore in denaro. Solo il presentatore è inizialmente a conoscenza delle identità.