Le città fantasma della Sicilia rappresentano una pagina importante della storia della nostra isola. Tra edifici fatiscenti, strade deserte e angoli dimenticati, raccontano il passato e ne testimoniano l’esistenza. In alcuni casi sono stati abbandonati a causa di drammatici eventi, come il terremoto del Belice, mentre in altri non sono semplicemente sopravvissuti all’evoluzione dei tempi, perendo sotto i colpi dello spopolamento delle campagne.

Quel che è certo è che i paesi fantasma della Sicilia continuano a esercitare un forte fascino, che spinge molti curiosi a visitarli. Soprattutto chi è a caccia di fotografie, può trovare qui moltissimi spunti. La sensazione, se vi siete trovati almeno una volta a passare da questi luoghi, è quella di trovarsi sospesi.

Da una parte, c’è l’antico passato, evidente negli edifici abbandonati e nei ruderi. Dall’altro, però, c’è la modernità, che appare lontana e distante. Nella maggior parte dei casi è da quasi mezzo secolo che tutto tace, risvegliato soltanto dai passi dei nuovi visitatori.

L’elenco delle città fantasma della Sicilia

Foto Wikipedia – Credit