Il Teatro Massimo di Palermo apre un nuovo spazio alla città. Nasce I Giardini del Massimo, nuovo caffè e lounge bar del teatro, inaugurato nella serata di giovedì 21 luglio. Scopriamo insieme la novità.

I Giardini del Massimo

Dopo mesi di progettazione e ristrutturazione, apre uno spazio dedicato a quanti vorranno concedersi una pausa, con le prelibatezze della cucina siciliana. Un’occasione per gustare i piatti mediterranei degli chef, guardando al teatro e alla bellezza della città.

Rosario Alescio, socio de I Giardini del Massimo, racconta a BlogSicilia: “Siamo riusciti a dare alla città uno spazio stupendo per palermitani e turisti, ai quali vogliamo fornire una offerta significativa che permetta loro di sceglierci e di trascorrere del tempo qui e al bookshop. Stiamo anche conducendo uno studio sul turista tipo che arriva a Palermo per venire incontro alle sue aspettative. Il teatro è strettamente legato all’arte, alla cultura e adesso anche al cibo, d’altra parte la Sicilia è famosa in tutto il mondo per i suoi prodotti enogastronomici”.

Lo chef è Gianvito Gaglio: “Sono felice ed emozionato, per me è un onore essere lo chef del Teatro Massimo. Ho seguito i lavori sin dall’inizio”.

L’apertura è espressione della vitalità del teatro e della città, come sottolinea Marco Betta, sovrintendente del Teatro Massimo: “Siamo felici perché I Giardini del Massimo sono un momento importante di relazione con il nostro pubblico. Si tratta di una struttura che vive dentro al Teatro ma si connette con la città. È un luogo creativo dentro un luogo di cultura: qui gli artisti possono radunarsi, pensare, bere qualcosa. Rappresenta inoltre un segnale di vita imprenditoriale, ed è prova del fatto che il teatro è vivo e si sta sempre di più aprendo alla città”.

Luigi Smecca è l’architetto che ha “pensato” per i Giardini delle strutture ombreggianti a forma di foglie al posto dei tradizionali ombrelloni: “Il progetto – spiega – vuole far vivere un po’ di più, a tutti, il teatro, visto come un monumento. È senza dubbio tempio di arte e cultura ma adesso, con i Giardini, mira a essere visitato da tutti. L’intervento ha riguardato diversi ambienti: la bouvette, la sala caffetteria, la Sala Dipinta che è stata adibita a ristorante e il bookshop”.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati