PALERMO – I parcheggiatori abusivi sono spesso causa di frustrazione e disappunto. Qualcuno ci ironizza magnficamente, ma il malcontento serpeggia fra tutti i cittadini. Quell'odiato obolo accresce la rabbia. Qualche volta, però, può capitare che siano benvoluti. È il caso del non meglio noto Tommaso, palermitano, oggetto di un singolare avviso pubblico ai passanti, clienti e potenziali clienti.

Sulla saracinesca di un negozio della centralissima piazza Castelnuovo, è stata affissa una lettera al pubblico, firmata da un motociclista di nome Giuseppe, per invitare ad aiutare Tommaso in un momento di particolare difficoltà. A raccontarlo è "BlogSicilia", che ha pubblicato un'immagine del messaggio. Ecco il testo:

Ciao, sono un motociclista come te. Ho la fortuna come te di avere un lavoro. Parcheggio la mia moto qui dal lontano 2001. Da quella data ho avuto il piacere di conoscere lo zio Tommaso. Una persona onesta, perbene, grande lavoratore.
Tommaso è sempre qui: estate, inverno, caldo, freddo, pioggia, e vento, ce lo troviamo sempre a disposizione per aiutarci a parcheggiare, per guardare le nostre moto durante la nostra assenza.
Tommaso non è fortunato come noi. Alla fine del mese non percepisce come noi uno stipendio. Però Tommaso a noi non ha mai chiesto nulla. Un signore d’altri tempi.
Adesso Tommaso si trova in difficoltà per sé e la moglie che lo aspetta a casa.
Ti chiedo, anche se non ci conosciamo ma abbiamo in comune questo parcheggio, di lasciare alla fine della giornata 50 cent per questo grande uomo e nostro comune amico.
A noi non sposta nulla nella nostra economia familiare.
A Tommaso questa piccola moneta consentirebbe di mangiare a pranzo e a cena con la moglie Gaetana.

Grazie perché so che lo farai.