Meglio della Carbonara!

  • Pasta cu Riquagghiu, la ricetta siciliana.
  • Un piatto che esiste dal 1700 e che deriva dalla cucina povera di Sicilia.
  • La pasta si condisce con uova e formaggio: ecco ingredienti e procedimento.

La cucina siciliana è sempre fonte di grandi sorprese. Non si finisce mai di scoprirne le ricette e alcune di esse sono incredibilmente originali e creative, come quella che vi proponiamo oggi. Leggendo ingredienti e procedimento, vi verrà in mente la celebre pasta alla Carbonara, un piatto che è tutto fuorché siciliano. E andando avanti nella lettura, apprenderete che la versione “made in Sicily” è antecedente al piatto laziale.

Oggi vi parliamo della Pasta cu riquagghiu, un primo piatto che appartiene alla cucina povera siciliana. È una ricetta economica, che non include carne né salumi (nella Carbonara c’è il guanciale). Occhio, però, a definirla una variante della celebre Carbonara. Se ne parla, infatti, già in alcuni ricettari del 1700 e, nel corso dei secoli, ha subito alcune modifiche. Nel XVIII secolo il “riquagghiu” era fatto con uova, pane e cacio grattugiato. Oggi si aggiungono anche sale, pepe e prezzemolo. Si crea, dunque, questo composto, che si versa sulla pasta direttamente in pentola. Considerata la data di creazione della Carbonara, in Sicilia l’abbiamo ampiamente anticipata.

Ricetta della Pasta cu Riquagghiu

Ingredienti

  • 400 g di pasta;
  • 2 uova fresche;
  • 60 g di pecorino grattugiato;
  • 1 mazzetto di prezzemolo fresco;
  • Olio extravergine d’oliva;
  • Sale;
  • Pepe.

Procedimento

  1. Per fare la Pasta cu Riquagghiu, dovete anzitutto mettere sul fuoco l’acqua della pasta.
  2. Passate, dunque, al condimento.
  3. Pulite con cura il prezzemolo, asciugatelo e tritatelo finemente.
  4. Rompete le uova e sbattetele, quindi, insaporitele con sale e pepe.
  5. Calate la pasta e, quando è al dente, scolatela.
  6. Mettete nella pentola un filo d’olio d’oliva, versatevi di nuovo la pasta e mettetevi sopra le uova sbattute.
  7. Il fuoco deve essere ben caldo, le uova dovranno rapprendersi in alcuni punti.
  8. Fate rosolare mescolando energicamente, per evitare che le uova si attacchino alla pentola. Se necessario, unite un cucchiaio di acqua di cottura.
  9. Unite, continuando a mescolare, il pecorino grattugiato.
  10. Impiattate e completate con il prezzemolo tritato e il pepe appena macinato. Se vi piace, potete anche mettere del peperoncino fresco.

Buon appetito! Foto: Erik StattinLicenza.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati