Rodolfo Rizzo, pensionato di 77 anni, da parecchio tempo è andato via dall'Italia scegliendo le Azzorre, bellissime isole di "proprietà" portoghese. E grazie agli accordi con il nostro paese si pagano le tasse soltanto nel nuovo paese di residenza, evitando la doppia imposizione. La sua intervista al "Fatto Quotidiano" può servire da stimolo per tutti. Testualmente si legge:

Dopo tre sopralluoghi insieme alla famiglia, Rodolfo ha comprato casa a São Miguel, l’isola principale del piccolo arcipelago in mezzo all’Atlantico. Tra queste, alcune sono disabitate. Ma a São Miguel c’è tutto: ospedali, università, supermercati. Giornata tipo? “Hai presente uno che vive in perenne vacanza? – spiega Rodolfo – Di mattina coltivo fiori, gioco con i cani, tengo i contatti con i miei amici. Si va a passeggiare e a pescare, si organizzano barbecue o cene a base di cibo italiano. Si va al supermercato o a seguire eventi sportivi”.

La temperatura resta tutto l’anno tra i 10 e i 30 gradi. Il costo della vita in media è più basso del 30% rispetto all’Italia. Di pesce ce n’è in abbondanza, “quasi te lo regalano”, racconta Rodolfo. Così come la carne. Qualche anno fa c’erano problemi con le verdure, ma oggi se ne producono in abbondanza: “Le Azzorre sono diventate enormi serre a cielo aperto”, spiega. “E poi non si spende per il riscaldamento”, sorride.

E "l'Italia non mi manca", dice sicuro Rodolfo.

"Posso confermare che il concetto di vivere nel bello esiste”, continua. Grazie a internet, poi, si sono accorciate notevolmente le distanze, così da essere in contatto quotidianamente con amici e familiari. Tornare? No, grazie. “Queste isole sono ancora tutte da scoprire. Non esiste la parola criminalità, non esiste il fenomeno del terrorismo. In Italia, invece – continua Rodolfo – c’è troppa delinquenza protetta dallo Stato”.

Le Azzorre, insomma, sono dipinte come un posto prevalentemente per pensionati. Ma non mancano le opportunità per i giovani italiani che vorrebbero trasferirsi. In primis per i medici: “Basta arrivare qui con una laurea in medicina – racconta l’ex fotografo – e in poco tempo si troverebbe posto nell’ospedale dell’isola”. Ma ci sono parecchie possibilità di crescita e investimento anche nei settori della pesca e dell’agricoltura, passando per le immersioni: “In certi punti al largo della Azzorre la visibilità del fondale a occhio nudo tocca i 50 metri: per gli esperti, questo, è tra i 5 mari più belli al mondo”, continua.

Ai giovani italiani, comunque, l’ex fotografo consiglia di prepararsi professionalmente “in modo serio”. E di andare via dall’Italia: “Ci sono Paesi come Cina, Brasile o Norvegia, che offrono grandi spazi, grandi guadagni e grandi opportunità”. Rodolfo, intanto, resta nella sua villa a São Miguel: “Ora che è arrivata qui anche la Ryanair sta aumentando il traffico turistico. Il mondo fino ad ora ci ha dimenticati – conclude – Speriamo continui così”.