Il pianista siciliano Gianfranco Pappalardo Fiumara sarà protagonista della serata dedicata a Lucio Dalla ed Enrico Caruso venerdì 26 agosto su RaiUno: insieme con Katya Ricciarelli, Ambrogio Sparagna, Pierdavide Carone, Raffaele Lauro, Adriano Pennino, Michele Sarno, Francesca Maresca, Dan e Valeria Meo, renderà omaggio al grande cantautore bolognese e al più grande tenore di tutti i tempi, rispettivamente a 10 e 101 anni dalla scomparsa.

Un tributo per celebrare due tra gli interpreti contemporanei più amati e illustri, che avevano in comune un forte legame con il Sorrento e il famoso golfo, immortalato per sempre nelle note di “Caruso”, brano che ha girato il mondo e continua ad emozionare tutte le generazioni. Nella suggestiva Villa Fiorentino della cittadina campana, con inizio alle ore 21, si terrà la prima edizione del riconoscimento internazionale “Dalla&Caruso – Tribute Prize Sorrento”, nato dall’idea del manager Dante Mariti e promosso dalla Melos International col patrocinio del Comune di Sorrento, Fondazione Sorrento e Regione Campania. Lo show, presentato dalla giornalista Rai Vittoriana Abate, sarà trasmesso in prima serata su RaiUno e in diretta su Rai San Marino e sono previsti diversi collegamenti anche col programma “L’estate in diretta”, sempre sul primo canale, condotto da Roberta Capua e Gianluca Semprini.

Pappalardo Fiumara eseguirà due pezzi per ricordare Enrico Caruso, tratti da opere di Ruggero Leoncavallo e Giacomo Puccini, un intermezzo dalla “Cavalleria rusticana” di Pietro Mascagni e, infine, una prima assoluta: una sonata di Vincenzo Bellini, in omaggio alla “sua” Catania. Il pianista, classe ’78, è specializzato in performance barocche: si è laureato al Conservatorio di Milano ed esibito nei luoghi più prestigiosi: Carnegie Hall a New York, Sala Giuseppe Verdi a Milano, Palazzo del Quirinale a Roma, Basilica di Notre-Dame a Montreal, Glenn Gould a Toronto, North Cyprus Bellapais Festival a Nicosia; ha suonato con l’Orchestre Philharmonique du Nouveau Monde di Montreal, il Philharmonic Bourgas Opera, l’Orchestra da Camera di Ascoli Piceno e con l’Orchestra del Governo dello Stato del Messico.

Direttore artistico de “L’Etna In Scena” in Zafferana Etnea e dell’Atelier Internazionale di Musica di Catania; collabora con l’Università Kore di Enna ed è docente al Conservatorio di Palermo. Autore di pubblicazioni storiche su Mozart e il suo rapporto con la massoneria e la teoria dell’educazione musicale in particolare.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia