Piano Cervi è uno straordinario spettacolo della natura siciliana. Ci troviamo nel cuore delle Madonie, a circa 1600 metri sul livello del mare, dove sorge la faggeta più a sud d’Europa. Un luogo affascinante, in ogni periodo dell’anno. Durante la stagione più fredda, ad esempio, lo si può ammirare ricoperto da un candido manto di neve; in autunno rivela le mille sfumature del foliage.

Il paesaggio che si domina da qui è una visione molto ampia delle Madonie, che consente di conoscere meglio le peculiarità del territorio e della sua vegetazione. Un tempo, al centro del pianoro erboso c’era un laghetto e c’erano anche i cervi (a loro si deve il nome), rimpiazzati dai daini, reintrodotti tra la fine degli anni Settanta e i primi anni Ottanta. Oggi li si può avvistare ancora, insieme a volpi e cinghiali.

Il bosco di faggi è intervallato da ampie radure incastonate tra i monti madoniti, lungo un sentiero che raggiunge la grande collina di Piano Cervi. Si può dire che il percorso rappresenta uno degli itinerari naturalistici per eccellenza delle Madonie.

Come raggiungere Piano Cervi

Per raggiungere Piano Cervi bisogna arrivare in località Portella Colla, percorrendo la SP 119 da Polizzi Generosa o la SP 54 da Collesano per Piano Battaglia. Dovete lasciare le auto nel pressi del bivio e imboccare la strada sterrata a fianco della provinciale, segnata dall’apposita segnaletica “Sentiero Italia N°11”.