Pippo Franco e la moglie sono stati perseguitati per mesi dalla colf e dai suoi complici. La "banda", nello specifico, aveva fatto credere allo showman e alla sua consorte di essere finiti nel mirino di una gang di rapinatori. L’attore è stato vittima di minacce e ha subito diversi appostamenti. I dettagli li racconta "Repubblica". Ecco quanto si legge sul quotidiano:

A mettere in piedi il piano sarebbe stata la governante del popolare comico e il suo compagno che ripetutamente avrebbero organizzato appostamenti e un tentato furto, alla vigilia di Natale, nella sua villa all’Olgiata. La polizia al termine di una lunga indagine ha denunciato due cittadini romeni tra cui appunto la colf e il suo compagno. Tentata estorsione aggravata e minacce sono le accuse contestate. Il calvario per il comico e la sua famiglia parte all’inizio dell’anno: i due complici volevano imporre l’assunzione di un giardiniere, anche lui romeno. Per convincere il padrone di casa, avevano cercato di fargli credere che fosse necessario l’ingaggio del giardiniere-guardiano. Un piano portato a termine anche a costo di forzare la mano: minacce telefoniche, appostamenti e il blitz a domicilio poco prima di Capodanno.