I polipetti murati sono uno dei piatti in cui il polpo riesce a esprimere al massimo tutta la sua bontà.
Si utilizzano polipetti molto piccoli che non pesano più di 100 gr e di conseguenza molto teneri. Di solito si usano quelli che a Palermo sono chiamati polpi maiolini e si riconoscono da due file di ventose, a differenza dei moscardini che ne hanno una sola. I polipetti murati vanno preparati in estate perché è il periodo migliore per trovare questo tipo di polpo ma, se non potete resistere, potete sopperire con quelli congelati. Fondamentale per questo piatto avere del buon pane casereccio perché il sughetto che rilasciano i polipi è dolce e cremoso. Oppure potete anche abbrustolire leggermente il pane per abbagnarlo (intingerlo) nel sughetto stesso.

Preparazione: 40 min 
Cottura: 35 min 
Porzioni: 4 
Difficoltà: media

Ingredienti:

– 1 kg di polipetti
– 500 gr di passata di pomodoro
– 1 cipolla
– 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
– 1 spicchio d'aglio
– alloro
– olio Evo
– zucchero
– vino bianco
– sale
– pepe
– peperoncino

Istruzioni:

1. Pulite e lavate bene i polipetti.
2. In una padella dai bordi alti fate soffriggere l’aglio e la cipolla finemente tagliati con dell’olio.
3. Aggiungete i polipetti e fateli cuocere fino a quando cambiano di colore.
4. Aggiungete il vino bianco e fate sfumare.
5. Sciogliete il concentrato di pomodoro nella passata e versatelo nella padella insieme alle foglie di alloro.
6. Aggiustate di sale e pepe e per togliere l’acidità del pomodoro aggiungete un cucchiaio di zucchero. Fate cuocere per circa 15 minuti.
7. Aggiungete un po’ di peperoncino, il sale e lo zucchero. Fate cuocere per qualche minuto e servite caldi.

La ricetta su Fornelli di Sicilia