I prodotti siciliani nello show televisivo Vado a Vivere in Sicilia.

  • La ristrutturazione della casa a 1 euro a Sambuca di Sicilia è un’occasione per gustare tante prelibatezze.
  • Lorraine Bracco, durante il soggiorno nel borgo, ha conosciuto meglio la cucina siciliana.
  • Ecco quali sono i prodotti tipici di questa località.

Gli autentici prodotti siciliani sono un’eccellenza del nostro territorio. In ogni provincia dell’isola è possibile trovare specialità che esaltano al meglio ciò che la regione ha da offrirci. Lo show televisivo Vado a Vivere in Sicilia – La mia casa a 1 euro vede protagonista la star di Hollywood Lorraine Bracco, alle prese con la ristrutturazione di un immobile fatiscente a Sambuca di Sicilia. L’occasione è perfetta per conoscere più da vicino ciò che i luoghi hanno da offrire in termini di enogastronomia. Tra una tubatura da mettere a posto e una parete da assestare, non manca il tempo per mangiare. Per avere un’idea, basta vedere questo video che vi proponiamo.

Vogliono sfamarmi ovunque mi trovi!”, esclama Lorraine, proprio dinanzi a un venditore di salumi e formaggi. “Mangia, mangia, mangia!”, sottolinea, facendo il classico gesto di chi fa un boccone dopo l’altro. Dopo aver fatto la spesa, con entusiasmo, commenta con un eloquente: “Pranzo!”. E non finisce qui. Durante le puntate di Vado a Vivere in Sicilia, l’attrice ha modo di visitare alcuni produttori locali e provare prelibatezze come la ricotta siciliana appena fatta. Diciamoci la verità: scene come queste aprono l’appetito! Ma quali sono i prodotti tipici di Sambuca di Sicilia? Ve lo diciamo subito.

I prodotti tipici di Sambuca di Sicilia

I formaggi sono una delle eccellenze di questo territorio, soprattutto quando vengono ottenuti da latte di pecora. Da non perdere la Vastedda del Belice Dop, così come la ricotta locale. Deliziosi anche vino e olio extravergine d’oliva. Gli amanti dei dolci devono necessariamente assaggiare le Minni di Virgini. Sono dolcetti di pasta frolla, ripieni di crema di latte, cioccolato e zuccata, ricoperti di glassa di zucchero e zuccherini colorati. Vennero inventati da una monaca del Collegio di Maria, nel 1725.

Articoli correlati