Da Chicago a Sambuca di Sicilia per trovare la casa dei suoi sogni. Non è stato un viaggio breve, quello di Meredith Tabbone ma, si sa, le distanze oggigiorno sono relative. Questa consulente finanziaria statunitense è rimasta incantata dalla nostra regione e da quella cittadina collinare che, quando arriva il tramonto, brilla di rosa. Ha comprato casa a 1 euro in Sicilia: ecco come è andata.

Meredith Tabbone trova la casa dei suoi sogni in Sicilia

Sono sempre di più gli stranieri che scelgono di cambiare vita, comprando una delle case a 1 euro in vendita in Sicilia. Le loro storie, più o meno famose, sono praticamente all’ordine del giorno. Soprattutto gli americani, rimangono incredibilmente affascinati dai paesini, dall’ospitalità e da tutto ciò che la nostra terra offre. Lo sa bene Lorraine Bracco, attrice di Hollywood e protagonista di “Vado a Vivere in Sicilia, la mia casa a 1 euro“, ma non è l’unica. Oggi vi raccontiamo la storia di Meredith Tabbone.

Tabbone è una consulente finanziaria di Chicago. Due anni fa ha comprato una casa fatiscente del 17esimo secolo a Sambuca di Sicilia, aderendo così al progetto che riqualifica gli immobili, dandogli nuova vita. Aveva visto quell’abitazione su due piani solo online. Adesso, dopo diverse spese, si dice “incantata da una città collinare che brilla di rosa al tramonto e messa a proprio agio da Giuseppe, il suo architetto, che pronuncia la parola italiana ‘tranquillo’ al momento giusto”, racconta il Chicago Sun-Times.

Dagli USA a Sambuca di Sicilia per inseguire un sogno

Dopo il suo ultimo viaggio in Sicilia, Meredith racconta: “Ci sono così tanti modi in cui mi sento più a casa lì, di quanto non mi sia mai sentita in vita mia in qualsiasi altro posto”. La 42enne di Chicago, a oggi, ha speso circa 120mila dollari, non solo per la ristrutturazione, ma anche per l’acquisto della proprietà vicina, in modo da espandere la sua dimora.

In questo percorso, ha sentito il caldo abbraccio della vita tranquilla di Sicilia. “La ricotta che ti offrono in così tante case è indescrivibilmente deliziosa, l’espresso accompagna le discussioni più importanti e una gita veloce a casa di un vicino non lo è”, racconta. E spiega: “Devi entrare, avere una conversazione. “Probabilmente ti offrirà vino e pane, noci e frutta. Stai per prendere un caffè“.

Non sono mancati i siparietti divertenti, come quelli avuti con il suo architetto. Ha imparato, così, che i bagni italiani devono avere un bidet. Tra le più grandi difficoltà, rimane quella della lingua: “Di gran lunga la più grande lotta, la barriera linguistica”, spiega Meredith Tabbone. Questo, tuttavia, non le ha impedito di sognare: la nuova casa dovrebbe essere pronta a gennaio o febbraio. Non è stata la prima e non sarà certo l’ultima a innamorarsi della Sicilia.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati