Cu spatti avi a megghiu parti: siamo certi del fatto che, almeno una volta, avete sentito dire o avete usato questo proverbio siciliano. Ormai sapete bene che ci piace parlare dei proverbi, perché rappresentano un interessantissimo aspetto della cultura siciliana. Servono a mantenere vivo il legame con il passato e, ancora oggi, costituiscono una fonte di saggezza popolare alla quale si può sempre attingere.

C’è un proverbio siciliano adatto ad ogni occasione, per affrontare le difficoltà ma anche per condividere le gioie. Da una provincia all’altra dell’isola, si trovano sfumature e piccole variazioni, ma la sostanza non cambia.

Oggi abbiamo scelto per voi uno dei proverbi siciliani più famosi: Cu spatti avi a megghiu parti. Non è difficile immaginare il suo significato: “Chi divide ha la parte migliore”. Ammettiamolo: quando ci capita, ad esempio, di tagliare una torta, facciamo una particolare attenzione alla fetta da destinare a noi. Non c’è nulla di male, in fondo: si può considerare un piccolo obolo per la fatica fatta tagliando le fette per tutti!

Se vi piacciono i proverbi siciliani, eccone altri che sicuramente troverete interessanti

  • Dui su’ i putenti, cu avi assai e cu non avi nenti.
    Due sono i potenti, chi ha tanto e chi non ha niente.
  • Lu sazio nun cridi a lu dijunu.
    Chi è sazio non crede al digiuno
  • Ogni cani è liuni na sò casa.
    Ogni cane nelle sua casa si sente un leone.
  • Quannu l’amuri voli, trova locu.
    Quando l’amore vuole, trova come fare.
  • Simina ventu e ricogghi timpesta.
    Semina vento e raccogli tempesta.