Cosa vuol dire Megghiu ‘na vota arrussiari chi centu voti aggianniari?

  • Ecco un altro bellissimo proverbio siciliano da scoprire insieme.
  • La saggezza popolare della Sicilia ci suggerisce, ancora una volta, un utile modo di dire.
  • Vediamo qual è il suo significato e perché ciò che dice è molto importante.

Continua il nostro viaggio alla scoperta dei proverbi siciliani più belli. Si tratta di un viaggio praticamente infinito e senza confini, che ci porta da un capo all’altro della nostra bellissima isola. I proverbi della tradizione sono un modo per conoscere più a fondo il folklore e la cultura più autentica della Sicilia. Queste semplici frasi, attraverso poche parole, sanno avere una straordinaria forza espressiva. Si tratta di suggerimenti e consigli immediati, perfetti per superare quei piccoli momenti di dubbio e incertezza che tutti noi affrontiamo nella quotidianità. Un tempo si faceva maggiore affidamento sui proverbi: una consuetudine che oggi si è persa ma che, proprio questo, merita di essere recuperata.

A seconda della provincia, i proverbi assumono leggere differenze, legate principalmente alle inflessioni dialettali, ma ciò che non cambia mai è il significato. Vediamo dunque, insieme, cosa vuole dirci il proverbio che abbiamo scelto per voi: Megghiu ‘na vota arrussiari chi centu voti aggianniari. Cominciamo, naturalmente, da una semplicissima traduzione: “Meglio arrossire una volta, che diventare gialli per la bile cento volte”. Il significato dovrebbe già essere più chiaro ma, se ancora non vi dice granché, siamo qui per questo!

Questo proverbio siciliano è un invito ad avere coraggio, a non avere paura di osare. Ciò che vuole comunicarci, è che è meglio lanciarsi in qualcosa, a costo di fare una figuraccia, piuttosto che continuare a rimuginarci su. A tenere tutto dentro, infatti, si finisce per stare peggio. È preferibile esprimere la propria opinione, anche se questa dà come risultato una brutta figura.

Articoli correlati