Oggi scopriremo insieme i proverbi siciliani sull’inverno più belli. Esistono proverbi per ogni occasione: dal meteo, ai consigli per la quotidianità, c’è solo l’imbarazzo della scelta. Così, naturalmente, ci sono anche quelli strettamente legati alle stagioni.

Attraverso queste frasi della saggezza popolare, conosciamo meglio anche la meravigliosa lingua siciliana. Oggi, in particolare, abbiamo deciso di vedere insieme i proverbi siciliani sull’inverno. Come avrete modo di capire, sono quasi tutti incentrati sullo scorrere del tempo, il susseguirsi delle stagioni e i ritmi del lavoro agricolo.

Non indugiamo oltre con le introduzioni, è il momento di scoprire insieme questi bellissimi proverbi siciliani sull’inverno.

I proverbi siciliani sull’inverno

  • A quattru cosi non tiniri fidi: suli di ‘nvernu, nuvola di stati, amuri di donna e carità di frati
    Di quattro cose non ti devi fidare: sole d’inverno, nubi d’estate, amore di una donna, e carità dai fratelli
  • Innaru è capu d’estati
    Gennaio è l’inizio dell’estate
  • Austu è capu di ‘nvernu
    Agosto è l’inizio dell’inverno
  • Cu a Natali finiu i dinari, pi Capudannu resta a taliari
    Chi finisce tutti i soldi a Natale, a Capodanno rimane a guardare
  • Di Natali finu a strina, crisci un peri di jaddina
    Da Natale all’Epifania la giornata cresce di un pochino
  • Jnnaru siccu, massaru riccu, quannu Dicembri lassa ‘u lippu 
    Gennaio senza pioggia è positivo quando Dicembre è stato talmente piovoso da lasciare l’umido
  • Natali o’ suli, Pasqua o’ tizzoni
    Natale al sole, Pasqua vicino al camino
  • Diu manna ‘u friddu secunnu ‘i propri panni
    Dio manda il freddo secondo i propri vestiti
  • Jnnaru puta paru
    A Gennaio si pota bene
  • Favi siminati nta strina, carricunu dù zuccu finu a cima
    Le fave seminate per l’Epifania crescono cariche