Sapete quale fu la prima Università siciliana? Bisogna andare indietro nel tempo, al 1434: in quell’anno sorse il Siciliae Studium Generale, oggi Università degli Studi di Catania.

Gli studiosi sono concordi nell’affermare che il padre della cultura universitaria siciliana è Alfonso V d’Aragona, che patrocinò la nascita dello studio catanese.

Fu invece Ignazio di Loyola a fondare, nel 1548 l’Università degli Studi di Messina. L’Università degli Studi di Palermo è di più recente istituzione: risale al 1805. Nel 2005 si è aggiunta l’Enna-Kore.

È presente a Palermo anche la sede distaccata dell’Università LUMSA. Il polo territoriale universitario più giovane è di certo quello di Trapani, che rientra nelle attività dell’Università degli studi di Palermo.

A Trapani hanno sede cinque facoltà: Agraria, Giurisprudenza, Lettere e Filosofia, Medicina e Chirurgia, Matematiche. In totale, i tre atenei pubblici più il semipubblico di Enna contano circa 180.000 iscritti.