Il Ponte sullo Stretto può creare "100 mila posti di lavoro". Lo ha ribadito Matteo Renzi, indicando la grande opera come parte del completamento della "Napoli-Palermo". Il presidente del Consiglio vuole "togliere la Calabria dall’isolamento e far sì che la Sicilia sia più vicina". Poi la banda larga, per fare del paese una "gigabyte society".

"Quello che chiedo a voi è che, finita la parte delle riforme, si possa tornare a progettare il futuro. Bisogna sbloccare i cantieri e serve la banda larga perché la rete di domani non sarà una diga in Italia né l’autostrada del Sole, ma la banda larga, la gigabyte society, la velocità. Bisogna poi continuare le grandi opere, dalla Bari-Lecce alla Napoli-Palermo, con il Ponte sullo Stretto, in un’operazione che sia utile, crei posti di lavoro e ci metta nelle condizioni di togliere l’isolamento della Calabria e avere la Sicilia più vicina", ha proseguito Renzi.

Il capo del governo ha anche ribadito che la Salerno-Reggio Calabria sarà inaugurata il 22 dicembre: "Sarà percorribile senza alcun cantiere. La mia è una sfida in positivo. Rispetto chi dice che l’Italia è finita, ma penso che il compito di chi fa politica sia di indicare una direzione".